Up Revolt Home » Revolt Surf Destinations » Asturia Spagna Slideshow


 

Asturia, Spagna

Oceano Atlantico

surf spainXago'
surf spainTapia beach
surf spainRodiles2
surf spainPanarronda pro
surf spainPanarronda2
surf spainTapia sign
surf spainPanarronda
surf spainTapia, Romain
surf spainSalinas
surf spainAsturia, Toro
surf spainXago' Ric
surf spainAsturia Hills

 

APPUNTI DI VIAGGIO:

Asturia Surfing

Tutto nasce come al solito dalla crisi estiva che anno dopo anno si ripresenta dopo giorni di calma “anticiclonica”… e pensare che quest’anno la tanto temuta estate non e’ stata nemmeno avara di mareggiate….
Per un vigile del fuoco tuttavia e’ il periodo più intenso di lavoro, poiché alla moltitudine d’interventi che una città come Roma ci regala si aggiungono i così detti “mali di stagione”..incendi su incendi per lo più dolosi , che accrescono la stanchezza psico-fisica e nel mio caso la voglia di fuggire tra le onde di un mare mai calmo…così nonostante i propositi per un estate italiana…in attesa della solita migrazione invernale, a fine Luglio mi ritrovo in una piena notte torrida a cercare il volo più economico del mondo che mi porti a consumare i 10gg strappati dal cartolario delle ferie con le unghie e con i denti, in un luogo ancora da decidere, nuovo se possibile…vicino ancor meglio…ma non importa…purghe ci sia l’oceano.

Sono circa le 3 del mattino quando concedo alla “rete” il numero della mia carta di credito, sperando ancora una volta che non si arresti il sistema proprio ora lasciando quel codice in balia di chiosa quale hacker.
Mary dorme e nemmeno la sveglio per comunicargli la notizia…anche pesche non vorrei rischiare di ritrovarmi mi di fronte ad un imprevisto attacco estivo di “buon senso”…tipo:” quest’anno sei partito gia 10 volte avevamo detto… estate solo Italia ecc.”Quindi procedo, del resto proprio non potevo rifiutare quella strepitosa offerta “Ryan air”! 20 euro a tratta 150 euro la macchina per 10 giorni e la Spagna diventa più vicina di quanto pensavo. Destinazione Santander.
Sfoglio la stormrider guide europe…finche non ritrovo quell’immagine sulla quale tante volte mi ero soffermato…la baia di Tapia di Casariego al confine tra Asturia e Galizia, un picco perfetto che rompe al centro e quella collina tutta intorno con quel pratino invaso di tende canadesi ormai fuori produzione e single fin retrò dal gusto settantino…decido che la destinazione sar‡ quella.
Fuggiti da Santander...perché piatta e invasa da turisti cominciamo il nostro spostamento verso l’Asturia coperti da un cielo nuvoloso e fresco vento da mare…piatto come il nostro, Mary reclama sole e spiaggia io sono sull’orlo del tracollo quando arriviamo a playa de Vega e sistemata la tenta nel fantastico camping mi ritrovo in acqua con un metrino destro e sinistro senza vento per il primo tramonto del trip…con Mary accanto sul suo nuovo long che ancora non osa ammaestrare.
Ispezionata quella zona con visite notturne a Ribadesella, cittadina poco distante dove bere il “sidro” e’ un vero e proprio culto, la swell cresce e con lei il vento…consultando la guide decido di spostarmi a Rodiles un point strepitoso 35 km più a sud e la scelta risulta azzeccata!
La montagna ripara il vento e le lunghissime sinistre ( più di 150m) sui 2 metri sono così perfette e vuote che prima di entrare aspetto un po’ per capire se qualche insidia poteva nascondersi dietro quello spettacolo…un portoghese di Ericeira arriva a rassicurarmi e dice che un’ora prima era piatto per questo non c’e’ nessuno, così iniziamo la session..la prima di 3giorni indimenticabili.
Un posto davvero bello con campeggi e strutture deliziose ed economiche, case da 20 euro a notte, ristorantini speciali e gente cortese tanto che partire da lÏ non e’ stato semplice, ma Tapia rimane sempre l’obbiettivo. Tappa successiva Playa de Xago’ nella penisola di Cabo de Penas poco prima di Salinas…troppo affollata per me stanco dell’arena di Banzai.
Xago e Verdicio in questa zona sono due break assolutamente da non perdere!
Tanti tipi diversi di onde e pochissimo affollamento…un posto ideale per una fuga estiva vista anche la loro esposizione anche a piccole swell….
Ancora pochi minuti ed avrò davanti a me quella baia così ammirata su quel libro dei sogni che di tanto in tanto ancora sfoglio come la prima volta, ecco il cartello Tapia de Casariego e l’indicazione per la playa. Guardo ancora quella foto e quando riconosco quello scoglio sulla destra stento a credere che sono proprio in cima a quella collina…ma su una strada asfaltata con relativo parcheggio in cemento…che delusione, e’ quasi il tramonto ed il mare quasi a completare la beffa e’ inverosimilmente micro tanto che il mio pensiero vola subito indietro a quel metro e mezzo lasciato 3ore prima a Xago’. Mary mi abbraccia ridendo ma questo scempio urbanistico proprio non mi va giù…
Sul lato sx della spiaggia si erge un palco e quando apprendo che nei prossimi 3 gg ci sarà un PRO Junior tour dell’ASP. Mi convinco che devo andare subito via da quel luogo.Mary fortunatamente non ha più voglia di km e quando comincio a parlare di Galizia…chiede indicazioni per il camping pi vicino..capisco che dovrò dividere le piccole onde con 40 belve feroci di 10-15anni nei prossimi giorni e penso alle foto che potrò scattare per riprendere un po’ di buonumore!
Spettacolo! Loro in acqua sono un video live e nella zona ci sono comunque 100 150 baie deserte per surfare in tranquillità…arriva il giorno del ritorno e siamo gia di nuovo in aeroporto..un agosto di fuoco ad aspettarmi a Roma…almeno fino ad oggi..eccola! quella schermata ancora una volta qui davanti, ecco ecco.. in neretto appare la scritta:” INSERIRE IL CODICE A 16 CIFRE DELLA VS.CARTA DI CREDITO”….speriamo non si arresti il sistema…


Barbados1

 


14 Immagini | Revolt Surf Destinations | Revolt Surf Store |
© Copyrights: Revolt Surf - All rights reserved - www.revoltsurf.com